Stella deve tornare a casa

Stella deve tornare a casa

 

MARTEDÌ 14 GIUGNO – ORE 10.30

 

TRIBUNALE DEI MINORI DI BOLOGNA

 

La vicenda di Stella (nome di fantasia) inizia anni fa in base alla relazione dei servizi che accusavano

i genitori di avere una casa fatiscente sebbene non avessero mai visto l’abitazione. In seguito, sia i

servizi che il consulente del tribunale hanno compreso che la coppia era perfettamente in grado di

crescere la bambina e hanno chiesto di riassegnarla ai genitori. Inspiegabilmente il collegio giudicante,

composto da due giudici togati e due onorari (psicologi o psichiatri), ha deciso di dare la

piccola in adozione. I genitori, spinti dall’amore e dall’ingiustizia di cui si sentivano vittime, hanno

“rapito” la loro stessa glia per ben due volte. Per amore della glia si sono fatti ben 7 mesi di carcere,

ma alla ne sono stati liberati. Nella trasmissione “Chi l’ha visto?” la tutrice ha riferito che ci sono

350 pagine di perizia (come se in numero di fogli fosse una prova) che a-ermano che i genitori non

sarebbero “idonei”, ma non ha saputo riportare un solo elemento concreto di tale presunta “incapacità”.

Il 14 giugno il tribunale dovrà decidere il futuro di Stella.

Chiediamo a tutti i cittadini di manifestare davanti al tribunale dei minori perché sia fatta giustizia!

 

Stella deve tornare a casa