Diritto Penale Tag

  • Sort Blog:
  • All
  • Articoli Recenti
  • Comunicati stampa
  • Evidenza
  • In Evidenza
  • L'inchiesta
  • L'indiscreto
  • La giustizia e la mala giustizia
  • La Vetrina
  • Le vostre storie
  • Minori
  • Primo Piano
  • Principale home
  • Psichiatria
  • Scelta di campo
  • Sentenze
  • Senza categoria

Lo Studio Legale Miraglia, apre una sede Madrid !

Secondo quanto è affermato in un report dell’organizzazione internazionale Save the Children, tra il 10 e il 20% della popolazione in Spagna ha sofferto di un certo tipo di abuso sessuale in età infantile. Le vittime, in genere, soffrono di maltrattamenti per circa 4 anni, solo il 15% delle scuole in cui i bambini riportano le loro esperienze informano le autorità competenti e circa il 70% dei casi che vengono trattati a livello legale giungono ad un processo orale. Secondo quanto è affermato nella relazione, il numero dei minorenni implicati è quadruplicato nell’ultimo decennio. Nonostante ciò, soltanto 5 regioni autonome hanno un servizio libero e accessibile a tutti per le vittime di abuso e, malgrado la presenza dei servizi per la protezione infantile, nel 2007 sono stati registrati 800000 casi di violenza domestica. Nell’ultimo anno, sono stati circa 50000 i bambini presi in carico dall’assistenza statale, un numero consistente dovuto principalmente al fallimento dei programmi di supporto famigliare. In Spagna i bambini possono essere presi in carico dai servizi come misura precauzionale, un fatto che accade quattro volte più frequentemente della vicina Francia. La decisione di allontanare i figli dai genitori non è determinata dai giudici, ma dagli operatori sociali e spesso è quasi irreversibile, dal momento che le famiglie devono affrontare lunghe battaglie per riavere indietro i loro bambini. Le decisioni dei servizi sociali hanno conseguenze devastanti non solo per i genitori, spesso già finanziariamente indeboliti da un divorzio, ma anche per i bambini, che devono crescere in case-famiglia. Queste ultime sono per l’80% strutture private, alcune delle quali sotto indagine poiché oggetto di molteplici scandali. Anche se il sistema di assistenza per l’infanzia è regionale, il problema è percepito nell’intero Paese.

Per tutti questi motivi, lo studio legale Miraglia, specializzato in diritto minorile e di famiglia, già rinomato in Italia sia in ambito civile che penale, aprirà una nuova sede aMadrid, in Spagna. Infatti, la frequenza dei maltrattamenti infantili, unita alla tendenza a sottostimarli e all’atteggiamento di incredulità e silenzio diffuso in questo stato, lo rendono un’area di particolare interesse per lo studio, da anni impegnato nella difesa dei nuclei familiari e dei bambini, proprio per la loro condizione di estrema fragilità. In virtù della lunga esperienza sul territorio italiano e della varietà dei casi che ha dovuto trattare, lo studio è pronto ad assumere una dimensione internazionale, creando una succursale all’estero che si possa occupare di casi nuovi, di complessità diversa e su uno sfondo culturale differente, ma con l’esperienza e la dedizione già nota e confermata dal lavoro sul campo italiano.

Allo Studio Legale Miraglia il riconoscimento "Le Fonti Legal Awards"

Il prestigioso riconoscimento consegnato giovedì a Palazzo Mezzanotte, a Milano
MODENA (6 aprile 2019). Lo studio legale dell’avvocato Francesco Miraglia è stato insignito del prestigioso premio Studio Legale Miraglia Associato Boutique di Eccellenza dell’Anno Diritto Penale Consulenza Per i livelli di eccellenza raggiunti e la profonda conoscenza della materia giuridica, offrendo assistenza e consulenza altamente qualificata con particolare riferimento in materia di Diritto Penale, rendendo lo Studio Legale Miraglia una Boutique tra le più affermate nel panorama legale italiano.
“Boutique d’Eccellenza dell’Anno. Diritto penale consulenza” assegnato dalla 44esima edizione dei “Le Fonti Legal Awards Diritto Penale”. La Cerimonia di premiazione si è tenuta il 4 aprile a Milano, a Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa Italiana, con il patrocinio della Commissione Europea.
La selezione è avvenuta sulla base di un sondaggio diffuso tra oltre quarantamila contatti qualificati provenienti dal mondo delle imprese e delle professioni, successivamente elaborata dal Centro studi, dal Comitato scientifico esterno, dalla redazione delle riviste e televisioni. Le Fonti si avvale inoltre di un Comitato scientifico esterno, composto da esperti nel settore accademico, finanziario, imprenditoriale e nel campo legale, che fornisce apporto come giuria.
«Sono molto onorato del premio prestigioso assegnatomi» dichiara l’avvocato Francesco Miraglia, noto per le sue battaglie in favore dei bambini abusati, maltrattati, strappati ingiustamente alle famiglie. «Vorrei ringraziare e condividere il premio con i collaboratori che mi affiancano nello studio legale, per il prezioso lavoro che svolgono ogni giorno insieme a me, in difesa dei più deboli».
Avvocato del Foro di Roma, cassazionista-penalista esperto di Diritto di famiglia e Diritto minorile, Francesco Miraglia è anche giornalista-pubblicista, mediatore familiare (Iscra di Modena 2012), mediatore criminale e intelligence nell’investigazione (Istituto Universitario della Mediazione Vibo Valentia 2013) e mediatore penale presso l’Istituto nazionale di pedagogia familiare (2017). E inoltre docente e direttore di master all’Istituto nazionale pedagogia familiare di Roma.
E’ stato anche consulente per lo stato dell’Ecuador dal 2013 al 2015 per tutte le vicende penali e diritto di famiglia dei cittadini ecuadoregni residenti in Italia.  Ha partecipato spesso in qualità di ospite a trasmissioni televisive (Porta a porta, I fatti vostri, La vita in diretta, Non è l’arena, Mattino, Storie vere) e radiofoniche (Radio 24, Radio Radicale, Radio Rai) per affrontare questioni legali di interesse nazionale: allontanamenti di minori, violenza sulle donne, tutela dei malati psichiatrici, tutela dei diritti umani.
E’ stato inoltre insignito del premio nazionale “Pedagogia Familiare”, del premio “Life Gates 2015” per il suo impegno in difesa dei minori e del diritto alla vita e della medaglia d’oro premio internazionale “Maison des artistes” per l’impegno sociale. E’ stato premiato dal Comitato cittadini umani per l’impegno proficuo nella tutela dei diritti degli svantaggiati e , in particolare, nella sorveglianza dei diritti fondamentali delle persone. Nel 2011 gli è stato conferito l’alto riconoscimento “Ogni bambino è una stella” (Verona).