Finisce in Parlamento il caso degli assistenti sociali indagati

Finisce in Parlamento il caso degli assistenti sociali indagati

02-06-2010
Un’interrogazione ai ministri della Giustizia e degli Affari sociali è stata presentata dai deputati della Lega Nord Massimo Polledri e Carolina Lussana sul caso di una bambina di sei anni di Castelfranco Emilia (Modena), affidata alle cure di assistenti sociali.
I parlamentari si fanno carico in sede politica della battaglia che la madre della piccola, Francesca F., conduce per riavere con sè la figlia.
Inoltre la Procura, ricordano i due onorevoli, ha indagato per maltrattamenti assistenti sociali che hanno avuto il compito di seguirla.
«La madre èstata giudicata estranea ai fatti che le sono stati contestati – si legge in una nota della Lega – e nonostante tutto si vede negata, ancora una volta, la custodia della sua piccola».
Polledri e Lussana chiedono ai ministri «quali strumenti ritengano utili per incidere sulla drammatica situazione esistente» e pongono l’accento sull’ampiezza del fenomeno dei bambini sottratti alle famiglie.
«Nel paese sono più di 35.000 – sottolineano – Chiediamo di verificare con urgenza lo stato attuale dell’affidamento e rivedere tramite apposita consulenza tecnica d’ufficio del Tribunale dei minorenni lo stato di salute psicologica della bambina e la capacità genitoriale della madre, per valutare nei tempi minori possibili l’effettivo reintegro della stessa nell’accudimento della figlia».
I due deputati leghisti attaccano anche il sindaco di Castelfranco Emilia, Stefano Reggianini: «Appare inopportuno – sottolineano – l’intervento del sindaco che, pur dichiarando di non conoscere nel merito la vicenda, ha espresso solidarietà agli stessi operatori dei servizi sociali, dimenticando il suo ruolo istituzionale e il coinvolgimento di un minore che, in quanto soggetto più debole, ha il compito di difendere e tutelare